c-orizzontale-designc-orizzontale
image-430

ESPLORA IL NOSTRO SITO

BLOG

HOME

CONTATTI

CHI SIAMO

PRIVACY POLICY

SERVIZI

4 cose che devi sapere per organizzare al meglio la tua zona giorno

23/04/2020 17:08

Johnny La Rocca

organizzazione spazi domestici, interior design, organizzazione spazi, decorazione interni, interior ideas, idee interni, ispirazioni interni, zona giorno, living, organizzazione zona giorno, arredo zona giorno, home decor, arredo casa, interior designer, architetto interni, architettura interni, design interni, arredo interni, home design,

4 cose che devi sapere per organizzare al meglio la tua zona giorno

Hai presente quella sensazione di pace che si prova quando sei immerso nel divano di casa tua? No? È un vero peccato!

 

 

 

4 cose che devi sapere per organizzare al meglio la tua zona giorno

 

 

 

Hai presente quella sensazione di pace che si prova quando sei immerso nel divano di casa tua e, soddisfatto, ti godi la rassicurante organizzazione dello spazio che ti circonda?

 

No? È un vero peccato, perché un po’ di sano amore per la propria tana non ha prezzo!

 

Fantasticare su qualche modifica alla configurazione degli spazi o del mobilio di casa è una cosa più che naturale. È un bisogno umano e può nascere tanto da un’ispirazione di design, quanto dal semplice desiderio di cambiare l’organizzazione degli ambienti in cui si vive in rapporto alle evoluzioni della propria personalità.

 

Altre volte il cambiamento è un’assoluta necessità, che si presenta nel momento in cui ci accorgiamo che qualcosa, in modo più o meno chiaro, non funziona in casa, generando disagio, disordine o scomodità.

 

Perciò, scopriamo qualcosa in più sulle dinamiche e gli equilibri di una zona giorno e cerchiamo di capire insieme come organizzarne al meglio gli spazi!

1. La zona giorno è il fulcro della casa

In un periodo come questo, gli spazi di casa sono sfruttati al massimo e, se ci sono dei problemi, non tarderanno certo a presentarsi! 

Viviamo la nostra abitazione per tutte le ore della giornata e lo facciamo sempre insieme agli altri inquilini! Si finisce per discutere, allora, per un posto davanti alla TV, per un po' di silenzio mentre si lavora o si legge un libro o per il disordine accumulato in giro.

Scommetto che, nella maggior parte dei casi, se non si riesce a stare dentro casa è proprio perché c’è qualcosa nell’organizzazione degli ambienti a impedirci di rilassarci!

E ancora: scommetto che la gran parte delle discussioni avviene in zona giorno… vero? Lo sapevo!

È naturale, dal momento che 

 

la zona giorno è proprio la parte di casa in cui passiamo la gran parte delle ore di attività e dove convivono più funzioni dell’abitare!

2. Quali sono le funzioni della zona giorno​

Cos’è una funzione in architettura? 

 

Diciamo che è, più o meno, lo scopo per cui si utilizza un certo spazio. Ogni spazio ha, quindi, le sue funzioni e, ad ogni funzione, va assegnato un preciso ambito dello spazio o, se possibile, un’intera stanza.

In una qualsiasi zona giorno convivono almeno quattro funzioni: 

L'INGRESSO

L’ingresso è il biglietto da visita della casa. Deve essere concepito come un “filtro”, che indirizzi correttamente l’inquilino e, soprattutto, gli ospiti negli ambienti interni.

102-fotos-para-renovar-seu-hall-de-entrada---decostore-1587641580.jpg

IL SOGGIORNO

Il soggiorno è l’ambiente principale della vita diurna di una casa. È fatto per rilassarsi, condividere il tempo con gli altri inquilini o ricevere gli ospiti. Se necessario, poi, una parte di esso può essere adibita al lavoro o allo studio​.

modernlivingroomideas-1587641701.jpg

LA ZONA PRANZO

La zona pranzo è l’ambito destinato ai pasti. Non si limita al solo tavolo, ma necessita di attrezzature per riporre e ordinare quanto occorre per adornarlo, sia che lo si faccia per accogliere degli invitati, o anche solo per la propria soddisfazione. 

una-zona-pranzo-intima-accogliente-e-aperta-1587641835.png

LA CUCINA

La cucina è l’insieme dei dispositivi che servono per preparare e conservare correttamente il cibo. Se abbastanza grande, poi, può disporre anche di un tavolo o un’isola, sui quali fare colazione o altri pasti della giornata. Può essere abitabile o a vista, inserita in un open space.

cucina-lineare-linea-plana-moderna-laccata-di-arredo3-1587641943.jpg

3. I percorsi all’interno della zona giorno

Possiamo vivere in una reggia o in un monolocale, in un’open-space o in un bugigattolo, ma, se osserviamo attentamente, riusciremo di sicuro a individuare ognuna delle quattro funzioni che abbiamo appena elencato, anche a casa nostra.

 

Guardati un attimo intorno… le hai trovate, non è vero?

 

Adesso concentrati e cerca di visualizzare i tuoi movimenti attraverso ognuno di questi ambiti. 

 

Se unisci immaginariamente tutti i punti dei tragitti che compi ogni giorno, otterrai quelli che in architettura si chiamano percorsi.

 

Visualizzare i percorsi è molto importante quando si progetta, perché sono una cartina tornasole per la verifica della corretta organizzazione di spazi, funzioni e ambiti.

 

Infatti, quanto più è facile e intuitivo muoversi all’interno dello spazio di casa, tanto più vuol dire che i percorsi sono diretti e lineari e che la distribuzione degli spazi è funzionale alla vita casalinga.

Se, in un’abitazione, si mescolano indiscriminatamente funzioni e ambiti, i percorsi finiranno per sovrapporsi, gli spazi diventeranno promiscui e muoversi da un punto all’altro della casa sarà un’operazione complicata e non priva di insidie. Si finirà allora a discutere perché qualcuno passa davanti alla TV durante la partita o perché il volume di una radio rende impossibile la lettura di un buon libro!

immagine-percorsiarticolotavola-disegno-1-1587642085.jpg

Nel primo caso abbiamo un’organizzazione degli spazi che consente una distribuzione lineare dei percorsi. Mentre nel secondo caso, mescolando ambiti e funzioni, vediamo come i percorsi si sovrappongano più volte tra di loro, creando un utilizzo più confusionario della zona giorno.

 

Bene, ora che sappiamo cosa sono funzioni e percorsi, siamo pronti per qualche consiglio.

 

Vediamo insieme un po’ di soluzioni non troppo difficili da realizzare e senza la necessità di fare lavori in casa. 

4. Come separare ambiti, funzioni e percorsi in zona giorno

SCHERMA L'INGRESSO RISPETTO AL RESTO DELLA ZONA GIORNO

L’ingresso è quasi sempre l’ambiente più sottovalutato della casa, nonostante sia una vera e propria bussola, tanto per gli ospiti quanto per i padroni di casa. 

Partiamo dagli ospiti. Conosciamo tutti la sensazione di smarrimento che si prova quando, entrati per la prima volta nell’appartamento di qualcuno, non sappiamo dove andare e, impacciati, dobbiamo farci accompagnare ovunque. È normale che sia così? Vi sorprenderà sapere che non lo è! Un ingresso ben strutturato, infatti, dovrebbe farci capire immediatamente dove andare, evitando di piombare nell’intimità di corridoi, cucine e camere da letto.

Lo stesso vale per i padroni di casa. Sarà capitato a molti di rincasare stanchi e stropicciati dopo una lunga giornata e trovarsi costretti a mostrare il proprio splendore a degli ospiti inattesi. Oppure, sarà successo di rientrare con i vestiti bagnati e le scarpe infangate e non riuscire a evitare di sporcare casa.

Perciò, l’ingresso non può ridursi al solo portone, ma deve avere un proprio ambito chiaramente circoscritto, attrezzato con il mobilio necessario e, se possibile, schermato.

 

Queste regole generali sono molto facili da applicare nel caso in cui l’ingresso sia costituito da una stanza distinta dalle altre, un po' meno se la porta di accesso al tuo appartamento si apre direttamente sul soggiorno o una zona giorno open space. 

 

Come schermare l’ingresso rispetto alla zona giorno? Vediamo qualche esempio.

une-cloison-amovible-diy-pour-separer-vos-pieces--shake-my-blog-1587642270.jpg

Si può optare per un elemento divisorio leggero del tipo “brise soleil” che, con la ripetizione di elementi verticali o orizzontali, crea un effetto vedo-non vedo, che garantisce la permeabilità visiva, senza essere opprimente. 

projet-3d-de-joanna-1587653007.jpg

Lo stesso effetto può essere dato da una vetrata, posta a separare l’ingresso dalla zona giorno. Visivamente si ha una distinzione dei due spazi ma la luce e la vista restano permeabili tra i due ambienti.

20-best-home-decoration-ideas-1587642416.png

Se si hanno gli spazi, una libreria aperta sui due lati può fare al caso nostro. Costituisce un’utile attrezzatura per l’ingresso e compie perfettamente la sua funzione da elemento divisorio, che conserva permeabilità tra gli ambienti.

DIFFERENZIA SOGGIORNO E ZONA PRANZO

Il soggiorno è il cuore pulsante di una casa, perché è lo spazio della condivisione quotidiana e dell’accoglienza degli ospiti. 

Deve essere confortevole ed equilibrato e, questo equilibrio, non deve essere mai turbato. Per questo motivo, nel soggiorno ancor più che in altri ambienti, è importante che non si sovrappongano funzioni e percorsi.

Non è una cosa banale perché

in soggiorno non c’è solo il divano. Ci sono pareti attrezzate con librerie e vetrine, c’è il mobile TV, ci sono sedie, poltrone e poltroncine, ci sono superfici di appoggio come tavolini e pouff e, in alcuni casi, anche piccoli studioli. 

 

Ma ancor più importante è cosa non c’è: il tavolo! 

 

Il soggiorno e la zona pranzo sono spazi diversi e il primo consiglio che si può dare nell’arredare un soggiorno è evitare ad ogni costo di confonderli.

terra-di-mezzo-01-1587648708.jpg

Immagina che:

  1. sei seduto sul divano del disegno a destra e stai guardando i minuti finali della tua serie preferita e ricca di suspence;
  2. il tuo coinquilino deve ora apparecchiare il tavolo per la cena di stasera e comincia, quindi, ad armeggiare intorno ad esso, proprio di fronte a te, impedendoti di capire, dopo anni di interrogativi, qual è l’identità del supercattivo della storia. 

Ecco che la quiete di casa è finita!

 

Se, invece, scambiamo divano e tavolo (disegno a sinistra), si creano due ambiti ben distinti: il soggiorno e la zona pranzo, ognuno con i propri percorsi! In questo modo tu potrai vedere il finale di stagione e il tuo coinquilino potrà apparecchiare la tavola senza disturbarti.

Puoi anche notare come, creando ambiti specifici per ogni funzione, avrai anche spazi meno dispersivi. Questo non vuol dire stringere tra loro i mobili, ma fare in modo che tutto sia alla giusta distanza, evitando sia gli ambienti asfissianti, sia gli spazi morti. Questo favorirà la vivibilità e la socialità dentro casa!

CREA I GIUSTI PASSAGGI TRA UN AMBITO E L'ALTRO

Se nella tua zona giorno convivono in un unico ambiente il soggiorno e la zona pranzo, potresti trovarti nella condizione di dover creare, necessariamente, un “corridoio” di passaggio per l’uno o per l’altro ambito.

 

Vediamo insieme queste immagini

la-renaissance-dune-maison-apres-un-incendie---planete-deco-a-homes-world-1587649135.jpg
11-stylish-modern-living-rooms-for-every-taste-1587649184.jpg

Di primo acchito potresti pensare qualcosa come “non voglio sprecare lo spazio dietro al divano per un passaggio”. Una scelta del genere, tuttavia, ti porterebbe a passare in mezzo al soggiorno ogni qual volta dovrai raggiungere la zona pranzo e, come abbiamo visto insieme, la sovrapposizione dei percorsi e delle funzioni, alla lunga, provoca stress e disordine.

Perciò, può essere molto più utile creare un piccolo passaggio, senza timore di sprecare spazio, soprattutto se questo viene attrezzato, come nelle immagini precedenti, con una libreria o degli scaffali, per il cui utilizzo basta proprio uno spazio lungo e stretto!

CREA UN AMBITO SEPARATO PER LA CUCINA

La cucina è un laboratorio intimo, il che non vuol dire che debba essere reclusa necessariamente in uno spazio isolato della casa, ma che deve avere un ambito in qualche modo riparato rispetto al resto della zona giorno.

 

Innanzi tutto, gli odori non devono disperdersi in tutta la zona giorno, perciò è bene che la cucina sia ben distribuita in prossimità di una finestra e di una bocchetta per la ventilazione.

Inoltre poi, sia che dipenda dalle fasi preparatorie di un pranzo, sia che si sia solo stanchi e non si abbia voglia di rimettere in ordine, non è bello mostrare il disordine di una cucina in pubblico.

 

Quando la cucina è abitabile, molto probabilmente si troverà in una stanza a sé, ma se è a vista all’interno della zona giorno, è importante che abbia un suo ambito circoscritto e ben definito. Come fare?

kitchen-living-room-1587649472.jpg

Per esempio, con una vetrata scorrevole che separa la cucina dal resto della zona giorno.

chiudere-una-cucina-a-vista-1587649640.jpg

Con un sistema a scomparsa, che dia la possibilità di chiudere la cucina quando non si vuole mostrare in pubblico.

come-arredare-una-casa-di-70-mq-ecco-3-progetti-sorprendenti-1587649758.jpg

Con un muretto (o una vetrata fissa) che lasci libero il passaggio tra zona e giorno e cucina.

best-of-2014-most-popular-posts---nordic-design-1587649911.jpg

Senza bisogno di creare chiusure verticali, anche un’isola o una penisola ben disposta in cucina, può creare visivamente la separazione dell’ambito dal resto della zona giorno.​

USA LA LUCE PER DISTINGUERE VISIVAMENTE LE FUNZIONI

Creare ambiti vuol dire accompagnarli con la luce.

 

Perciò, se ho una zona giorno open space è controproducente avere solo un punto luce centrale, ma è preferibile avere un punto luce specifico per ogni ambito, in modo da distribuire l’illuminazione nei punti in cui occorre, evitando di interferire con le attività che si svolgono in altri spazi con diversa funzione. 

 

In questo senso, un’accortezza che si può avere nelle zone pranzo degli ambienti open space è quella di avere un’illuminazione a sospensione sul tavolo, che illumini direttamente il piano di appoggio, senza disperdersi eccessivamente negli spazi limitrofi. Soprattutto nel caso di una cucina-zona pranzo, aiuterà ancor di più a dare risalto all’ambito del tavolo e a “schermare” l’attrezzatura della cucina agli ospiti, sfruttando un gioco di luci e ombre.

 

Naturalmente, oltre ai dispositivi di illuminazione ambientale, è sempre opportuno avere degli spot luminosi in corrispondenza di punti ben precisi di uno stesso ambito, come una lampada in zona lettura, dei faretti per la cucina o puntati sul divano e non direttamente sulla televisione o anche un punto luce che illumini specificamente la scrivania dello studiolo.

arredamento-casa-progetto-zona-giorno-design-cucina-soggiorno-mobile-tv-illuminazione-pavimento-8-1587650136.jpg
come-arredare-un-open-space-moderno-ecco-40-idee-di-design-1587650191.jpg

Per concludere, ricorda sempre che 

 

ogni funzione, ogni percorso, ogni ambito e ogni arredo o punto di luce di un’abitazione non vive in una propria dimensione, ma tutti gli spazi si influenzano tra loro vicendevolmente. Questo vale in ogni casa, dalla più grande alla più piccola!

 

È un gioco di equilibri che influisce su molti aspetti della vita casalinga, anche molto più di quanto si possa immaginare. Comprendere e rispettare questi equilibri ti ripagherà con quella sensazione di pace che si prova quando sei immerso nel divano di casa tua e, soddisfatto, ti godi la rassicurante organizzazione dello spazio che ti circonda. Una sensazione bellissima e impagabile!


E tu sei soddisfatto dell'organizzazione della tua zona giorno o vorresti cambiare qualcosa?

Mettiti alla prova con i consigli che ti abbiamo dato e facci sapere come ti sei trovato!

 

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci! Presto pubblicheremo articoli specifici su ogni funzione della zona giorno e ti daremo molti spunti e consigli per valorizzarli!

 

Se hai dubbi e vorresti un aiuto specifico per il tuo caso, non esitare a scriverci o lascia qui un tuo commento!

 

Hai domande o dubbi specifici?

Non improvvisare!

 

PRENOTA UNA CONSULENZA ISPIRAZIONE IN VIDEOCHIAMATA CON NOI

PROGETTI

Per vivere i tuoi spazi  tutti i giorni
per ulteriori informazioni, contattaci:
Via L'Aquila, 9 | 65121 Pescara | info@thinkinyellow.com | +39.366 386 52 95



facebook
instagram
instagram
© 2022 think in Yellow
Elisa Roncari | Architetto e Interior designer | P.IVA 02030990663
Giovanni Luigi La Rocca | Architetto e Interior designer | P.IVA 02594900694

Se vuoi scoprire di più sul nostro modo di lavorare, sull'avanzamento dei nostri progetti, sulle novità in fatto di incentivi fiscali e tante altre informazioni sul mondo dell'interior design

non dimenticare di seguirci sui social!

seguicisuisocialtavoladisegno1copia2
seguicisuisocialtavoladisegno1
Non vuoi perderti proprio nulla?
Iscriviti alla nostra newsletter e ti diremo in anteprima i nostri aggiornamenti più importanti! 
puoi cancellarti in ogni momento
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder
Privacy Policy